Gli psicologi ci spiegano che preparare biscotti, torte o pane per altre persone, porta grandi benefici

Ci sono persone che amano particolarmente cucinare, soprattutto in giorni particolari, nei periodi festivi, in prossimità di eventi importanti…

Ve ne sono altre per cui ogni pretesto è buono per preparare dolci, biscotti, torte. Persone sempre pronte a coccolare i palati di tutti quelli che conoscono!

Quello che forse queste persone non sanno, è che il cucinare, non soddisfa solo un bisogno o un piacere fisico, ma offre alcuni benefici mentali importanti!

Torte, biscotti, crostate, aiutano a favorire i processi di comunicazione, aumentano la consapevolezza ed eliminano lo stress

Donna Pincus, professore di scienze psicologiche e del cervello presso l’università di Boston, ha sostenuto in una intervista al sito americano HuffPost, che preparare torte o biscotti, favorisce il flusso della creatività e questo a sua volta, contribuisce al benessere generale.

“C’è molta letteratura scientifica che conferma la connessione tra espressione creativa e benessere generale.
Dipingere, dedicarsi alla musica, cucinare, sono tutte attività creative che allontanano lo stress e la fatica quotidiana.

Oltre questo, l’atto di preparare torte o biscotti per altre persone, è un modo per esprimere i nostri sentimenti nei loro confronti, soprattutto quando abbiamo problemi con le parole.

Le persone che hanno difficoltà ad esprimere i propri sentimenti con le parole, possono dimostrare la gratitudine, l’apprezzamento o la simpatia, offrendo una torta o un piatto di biscotti.”

L’ assistente sociale, medico e terapeuta Julie Ohana, che lavora con le arti culinarie, ha sottolineato in un’intervista sempre a HuffPost:

“Cuocere torte, biscotti, pane… , sia per se stessi che per gli altri, è un modo per lavorare sulla consapevolezza.

La consapevolezza, è uno stato mentale che ci permette di essere attenti e aperti al momento presente, a tutti i tipi di pensieri, fantasie, ricordi, sensazioni ed emozioni.

La pratica costante della consapevolezza, porta molti benefici per la nostra vita, tra cui l’aumento della felicità e la riduzione dello stress.”

La dottoressa Pincus aggiunge

“Per preparare torte o biscotti, è necessario prestare attenzione a quello che fa. È necessario misurare le quantità, preparare gli impasti…

Quando concentriamo la nostra attenzione nei profumi e sapori, quando esprimiamo un atto di creativa consapevolezza, riduciamo lo stress e sgombriamo la mente da ogni pensiero o energia negativa.”

La “terapia culinaria” è sempre più conosciuta e diffusa per i suoi benefici!

Preparare pane o dolci per gli altri, è una forma di altruismo

Quando prepariamo una torta o un dolce per qualcuno, compiamo un gesto sempre più raro al giorno d’oggi: condividiamo.

Inoltre si tratta di gesti disinteressati, che mirano solo ad offrire un piccolo, dolce pensiero a coloro che conosciamo.

Susan Whitbourne ci spiega che preparare torte per altre persone, ha anche un valore simbolico, perché il dolce ha un significato sia fisico che emotivo.

E coloro che non sanno prepararli e in cucina riescono a cavarsela solo alla meno peggio?

Troveranno altre espressioni creative per comunicare e condividere!

Chiaramente l’attività culinaria porta dei benefici quando viene praticata con piacere e passione.
Se cucinare provoca ulteriore stress, ansia e preoccupazione, è meglio dedicarsi ad altro.

E voi? Siete bravi in cucina e amate preparare dolci e manicaretti per i vostri amici?
Lasciateci le vostre esperienze e perché no? Anche le vostre migliori ricette e condividete con i vostri amici!