Uno studio dimostra che la “Sindrome del cuore spezzato”, insieme a stress e dispiaceri, è causa di una delle più gravi e note patologie cardiache

La cardiomiopatia da stress o sindrome del cuore infranto, colpisce soprattutto le donne ed è causata dal forte stress fisico ed emotivo.

Comporta inoltre alcuni sintomi, che non vanno mai trascurati.

Se ne parlò la prima negli anni ’90 in Giappone, dove è nota con il nome di cardiomiopatia di Tako-tsubo, così chiamata perché in seguito a questa sindrome, il cuore si deforma ed assume la forma delle anfore giapponesi utilizzate dai pescatori per la pesca dei polpi.

Lo stress cronico, la tristezza, ogni tipo di sofferenza emotiva, causano una leggera deformazione del ventricolo sinistro del cuore che provoca a sua volta, la strozzatura delle arterie coronarie.

Inoltre, ancora una volta, ci troviamo difronte ad una profonda connessione psicosomatica tra corpo e mente

Quello che si avverte è un dolore particolare e la sensazione simile a quella di quando si sta per affogare.

Nel 2015, i cardiologi dell’Università Cattolica Policlinico Gemelli di Roma, hanno partecipato ad una studio su questa sindrome.

Lo studio ha stabilito che si tratta di un problema cardiaco che non va affatto trascurato in quanto, come un vero e proprio infarto, può portare alla morte.

Lo studio, pubblicato New England Journal of Medicine, è stato attento ed accurato, primo nel suo genere riguardo la sindrome, perché ha coinvolto 9 Paesi tra Europa e Usa, per un numero complessivo di 26 centri.

Per realizzare questo importante studio internazionale, sono stati sottoposti ad osservazione 1750 pazienti con sindrome di Tako-tsubo.

La sindrome da cuore infranto – spiega lo studio – colpisce maggiormente le donne e in seguito ad un forte stress emotivo: un lutto, la fine di una relazione, un intervento chirurgico importante …

Chi la contare, è probabile che allo stesso tempo mostri segni di depressione.
I sintomi principali sono molto simili a quelli di un infarto e possono sopraggiungere immediatamente dopo il forte stress emotivo.

I sintomi del cuore infranto

  • Dolore al petto;
  • Affanno improvviso;
  • Mancanza di respiro;
  • Sentire come di affogare;
  • Bruciore che impedisce di respirare in maniera normale.

 

La mortalità riguarda il 5% dei casi, il restante 95% guarirà senza ricorrere a nessun farmaco anche se l’eventualità che si ripresenti, è piuttosto elevata.

Ricordiamo che tutte le emozioni negative che accumuliamo e reprimiamo ogni giorno, lentamente danneggiano il nostro cuore.

Prestate la massima attenzione ai sintomi descritti sopra e qualora vi capiti che vi manchi il fiato mentre salite le scali, un improvviso dolore alla mandibola e alla schiena, che vi sentiate eccessivamente stanchi di pomeriggio, parlatene subito al vostro medico, questi sintomi possono indicare che qualcosa non va nel vostro cuore.

Cercate poi il modo migliore per scaricare lo stress, allentare tensioni, superare i motivi di dolore, anche con l’aiuto di un terapeuta se necessario.

Conoscevate questa patologia? Lasciateci i vostri commenti al riguardo e condividete queste importanti informazioni con i vostri amici!