I bambini hanno bisogno di microbi, non di antibiotici, per sviluppare il sistema immunitario. Lo dicono gli scienziati!

Nella nostra società occidentale tutto deve essere sempre perfettamente pulito e questo non aiuta i nostri piccoli a potenziare le loro difese ed il loro organismo.

Certo, è molto importante lavarsi le mani. Ma il grosso problema, almeno in Occidente, è che i genitori hanno deciso di prendere troppo sul serio la questione della pulizia ed in questo modo tendono a vivere in ambienti perfetti.

La scienza moderna dimostra che sbarazzarsi di minuscoli organismi chiamati microbi, disinfettando tutto con saponi antibatterici e dosi esagerate di antibiotici alle prime avvisaglie di febbre, sta causando un impatto terribilmente negativo sul sistema immunitario dei nostri figli, afferma il microbiologo Marie-Claire Arrieta, co-autore di un libro intitolato “Let Let Man Dirt: salvare i nostri bambini da un mondo obsoleto”.

Gliesperti ritengono che questa esagerazione nella pulizia, contribuisca a una serie di condizioni croniche che vanno dalle allergie all’obesità.

Marie-Claire Arrieta spiega che alla nascita non abbiamo microbi. Il nostro sistema immunitario è sottosviluppato. Ma non appena i microbi entrano in azione, attivano il nostro sistema immunitario che inizia a funzionare correttamente.

Molte ricerche sulla materia hanno dimostrato che organi e strutture del sistema immunitario, non si sviluppano correttamente se l’organismo non viene a contatto con i microbi.

Questo riguarda sicuramente il sistema immunitario intestinale: ad esempio lo sviluppo delle placche di Peyer, che sono gli organi del sistema immunitario localizzati nella parete dell’intestino, e la produzione degli anticorpi IgA.

D’altra parte, il ruolo centrale del microbiota intestinale nello sviluppo del sistema immunitario e nella modulazione della sua funzione non sorprende,

ricordando che la mucosa intestinale è la più ampia superficie dell’organismo a contatto con microbi e antigeni e che la flora intestinale ha un’interazione diretta e intensa con la mucosa e con i suoi sistemi di difesa.

Un’igiene eccessiva è una delle ipotesi che spiega perché le allergie, l’obesità e le malattie infiammatorie sono malattie in forte crescita. Questa spiegazione, tuttavia, non è solo genetica, secondo Marie-Claire Arrieta.

La ricerca mostra costantemente come questa mancanza di esposizione ai microbi, stia contribuendo alla comparsa di malattie.

Gli scienziati ritengono che questa esposizione al contatto con i microbi sia necessaria affinché il nostro sistema immunitario sia adeguatamente formato e sappia così prevenire lo sviluppo di queste malattie.

Lo studio mostra che i bambini che crescono in un ambiente rurale hanno meno probabilità di sviluppare l’asma, secondo le prove epidemiologiche.

Ovviamente non si tratta allora di raccogliere le cose e andare a vivere in una fattoria, ma ciò che lo studio suggerisce, è che vivere in un ambiente senza un eccesso di pulizia, è in realtà, la scelta migliore.

Quindi, se il vostro bambino è nel cortile a giocare e c’è un po’ di sporcizia, non correte subito a rimuovere quella sporcizia, avvertono gli scienziati.

Ci deve essere un equilibrio tra prevenire l’infezione, che è ancora una minaccia reale nella società, ma anche promuovere questa esposizione microbica che, per gli studiosi, è salutare.

L’aumento riscontrato negli ultimi anni di malattie autoimmuni nei bambini, non fa che confermare questa impostazione.

Occorre che il fisico, sviluppandosi in maniera equilibrata, sia in grado di allenare costantemente il proprio sistema immunitario. Se lo si priva di questo confronto , i danni sono molto più seri.

Cosa ne pensate al riguardo?
Lasciateci i vostri commenti e condividete per conoscere le opinioni dei vostri amici!