6 motivi per cui le persone estremamente intelligenti non riescono a trovare la felicità

“La felicità nelle persone intelligenti, è la cosa più rara che io conosca.”
(Ernest Hemingway)

La presenza di un partner fedele e amorevole, una serena vita familiare e una carriera di successo, potrebbero non essere sufficienti per impedire a un’anima intelligente di provare dolore e malinconia.

Ecco le 6 ragioni più probabili per cui la felicità sembra eludere le persone molto intelligenti:

1- Sono vittima di un’analisi eccessiva

Molte persone con un alto livello di intelligenza, tendono a sovra-pensare e continuano ad analizzare tutto ciò che accade nella loro vita, nei loro dintorni e oltre.

Pensare troppo può essere estenuante a volte, specialmente quando i pensieri portano a conclusioni irritanti e frustranti.
Ma non si può fare a meno di pensare e pensare, non importa quanto faticosa sia l’esperienza.

La loro capacità di analizzare le cose è grande. Ma è anche vero che non bisogna prestare attenzione a tutto e affollare sempre la mente con pensieri sgradevoli.

“L’ignoranza è beatitudine”, diceva qualcuno.
Indubbiamente, il mondo è spesso un posto deludente, occupato da persone sbagliate. Per non parlare dei sentimenti che riguardano riflessione sui problemi filosofici, sugli affari globali e sulle domande eterne della vita che non hanno risposte.

Se impari ad ignorare gran parte di questi argomenti, puoi sentirti spensierato, allegro e felice.

2- Vogliono elevare tutto ai loro standard

Le persone con un alto quoziente intellettivo sono sempre sicure di ciò che vogliono e qualsiasi cosa in meno delle loro aspettative, non riesce a soddisfarle.
Questo questo rende più difficile per loro essere felici, che si tratti di carriera, relazioni o qualsiasi altra cosa che conti nella vita.

È un dato di fatto che non otteniamo mai tutto ciò che vogliamo. Ma questa conoscenza pratica, non è presente in coloro che hanno brillanti menti teoriche.

Hanno poca intelligenza pratica e mantengono una visione idealistica del mondo che davvero non li aiuta a gestire determinate situazioni. Quindi, quando si imbattono in una realtà contraria alle loro aspettative, si sentono molto deluse.

3- Le persone intelligenti si giudicano troppo duramente

Una delle ragioni dell’infelicità deriva anche dalla loro tendenza ad essere estremamente duri con se stessi. Non si tratta solo dei loro successi e fallimenti, ma di tutto ciò che li riguarda.

La loro profonda natura di pensiero, analizza minuziosamente il loro comportamento e le loro azioni e le confronta con i più alti standard. Anche se è fatto involontariamente, questa tendenza offre loro una ragione sufficiente per incolpare se stessi senza motivo.

Un errore commesso anni prima, può improvvisamente tormentare la loro mente.
Questo disturba il loro stato d’animo e difficilmente possono poi trascorrere la giornata allegramente o gestire un sonno rilassante durante la notte.

Questi tipi di flashback degli errori del passato, sono frequenti nelle persone intelligenti. Il senso di colpa e il malcontento, riempiono la loro mente. Queste emozioni negative sono sufficienti a cancellare la felicità dalla propria vita.

4- Mirano a cose più grandi

Non possono essere soddisfatti di ciò che hanno nella vita, perché il loro alto quoziente intellettivo, dà loro il potere di immaginare cose più grandi. Sono sempre alla ricerca di uno scopo più grande, un significato e un modello più elevato.

Alcuni di loro si spingono veramente troppo lontano dalla loro intensa immaginazione, rendendo impossibile godersi le cose belle che hanno nella propria vita. La routine è troppo noiosa ed è per questo che cercano l’eccezionalità, che ovviamente, nella realtà non esiste.

Pensi che questo pianeta non sia la tua vera dimora o che dovresti vivere in un’epoca diversa?
Non è una novità per gli individui intelligenti e profondi. Con tali pensieri che brulicano nella tua mente, non puoi sperare di essere felice.

5- Nessuno che li comprenda o con i quali avere una conversazione significativa

Tutti noi vogliamo essere compresi, ma le persone intelligenti difficilmente riescono a trovare qualcuno che possa capirli veramente. Quando comprendiamo le persone intorno a noi, metà dello stress nella nostra vita cessa di esistere.

Non c’è niente di più confortante e gratificante dell’avere una conversazione significativa con una persona che la pensi allo stesso modo e capisca le tue opinioni e idee su argomenti che vanno dalla vita personale, alla filosofia, agli affari globali, alle domande complesse.

Le persone particolarmente intelligenti si sentono incomprese e sole, spesso, nessuno apprezza la profondità con cui possono vedere e analizzare le cose.

La scienza ha dimostrato che le persone intelligenti non hanno bisogno di socializzare tanto quanto le persone con un QI medio, per essere felici. Tuttavia, le persone intelligenti sentono il bisogno di incontrare persone, interagire e avere una conversazione piacevole.

Sono più interessati a parlare di cose significative e affascinanti piuttosto che parlare di argomenti come cibo, meteo o piani per il fine settimana. La verità è che è difficile trovare una persona che può indulgere in una conversazione profonda. Questo è il risultato della società materialista e consumista in cui viviamo.

6- Le persone intelligenti rischiano maggiormente problemi psicologici

Molti studi hanno trovato una connessione tra menti altamente intelligenti e disturbi psichici come la bipolarità e l’ansia sociale.

È possibile che questi disturbi siano l’effetto collaterale di una mente brillante? Non possiamo confermarlo, poiché ci sono così tanti misteri nascosti nella mente umana che la scienza deve ancora rivelare.

Non è che tutte le persone intelligenti soffrano di gravi disturbi mentali, ma sono più suscettibili alla depressione esistenziale che di solito deriva da un eccesso di pensieri.

Continuando a pensare e ad analizzare tutto profondamente, si arriva al momento in cui si inizia a pensare alla vita e alla morte. La mente inizia a cercare il significato dell’ esistenza, il proprio senso e a rivalutare tutto.
Questo rattrista molto, ma senza una ragione apparente.

Un articolo interessante, da condividere per riflettere insieme ai vostri amici!