Quando sarò vecchia signora, vivrò un po’ con ogni mio figlio e darò loro le stesse GIOIE … che hanno dato a me

La vita delle madri non è semplice.

Ogni giorno affrontano una serie di sfide per fornire una buona educazione ai loro figli, per renderli gentili, cortesi e rispettosi, pronti ad affrontare il mondo con coraggio e a perseguire i propri sogni.

Tutto questo le porta ad essere anche il “bersaglio” di molti comportamenti scorretti da parte bambini, frutto della loro immaturità e inesperienza di vita.

A volte questi atteggiamenti mettono a dura prova la pazienza delle madri, ma l’amore finisce sempre per prevalere su tutto.

Luciana Viter ha scritto un testo divertente e allo stesso tempo molto profondo.

In esso descrive in modo rilassato, tutto ciò che i suoi figli le hanno fatto “subire” e si propone di fare esattamente la stessa cosa con loro, quando sarà vecchia.

Se sei una mamma, probabilmente ti identificherai con le sue parole, mentre se sei semplicemente figlio/a, usa il testo come suggerimento per rivalutare i tuoi atteggiamenti.

Continua a leggere!

“Quando sarò vecchia, vivrò un po’ con ogni mio figlio e darò loro tante gioie … nello stesso identico modo in cui le hanno date a me.

Voglio ripagare tutto ciò che ho fatto, facendo loro le stesse cose.

Oh, lo adoreranno!

Scriverò sui muri con matite di vari colori, salterò sui divani, sul letto e su tutto il resto.

Berrò direttamente dalle bottiglie e le lascerò vuote e fuori dal frigorifero.
Riempirò i sanitari di carta e loro saranno così coraggiosi nel ripulirli!

(Quando sarò vecchia e vivrò con i miei figli) …

Quando saranno impegnati al telefono e io sarò fuori dal loro campo visivo, giocherò con lo zucchero o con la candeggina.

Scuoteranno la testa e mi inseguiranno, ma mi nasconderò sotto il letto.

Quando mi chiameranno per la cena, dirò che non voglio verdure, insalate o carne, soffocherò quasi con la bocca piena di caramelle e verserò il latte sul tavolo.
Si arrabbieranno lo so, ma io correrò via!

Seduta davanti il televisore invece, cambierò i canali tutto il tempo.

Butterò i miei calzini in giro per la casa e ne perderò sempre uno.

Avrò cura di giocare nel fango ogni volta che mi sarà possibile.

E più tardi, di notte, sdraiata, ringrazierò Dio per la giornata trascorsa, chiuderò i miei piccoli occhi per dormire, i figli mi guarderanno sorridendo e diranno:

“È così dolce quando dorme!”

Un testo che ritrae molto bene la realtà vissuta dalle madri.
Cosa ne pensate?

Scriveteci le vostre opinioni e le vostre esperienze e condividete per conoscere quelle dei vostri amici!