Una ragazzina scrive “Aiuto” nella toilette dell’aereo. L’hostess interviene tempestivamente

Un viaggio in aereo è molto spesso motivo di svago, di relax, di situazioni interessanti.

Ma non sempre e non per tutti e la giovane hostess Sheila Frederic, impiegata presso l’Alaskan Airlines, lo sa fin troppo bene.

Come tutti noi possiamo facilmente supporre, la brava hostess ha incontrato persone di ogni tipo durante la sua carriera ed ha vissuto esperienze di ogni tipo.

Certamente non si aspettava di vivere quest’ultima esperienza, assolutamente fuori dal normale.

Come riportato dai media, quel giorno, durante il volo, Sheila vide tra i passeggeri una strana coppia.

L’uomo era sulla cinquantina, vestito in modo ricercato, elegante. La sua compagna di viaggio era invece una ragazza giovanissima e vestita miseramente.

Quando l’hostess fu alla loro altezza, incontrò gli occhi terrorizzati della ragazzina e malgrado sembrassero chiedere disperatamente aiuto, l’hostess non tradì nessuna emozione ed andò oltre.

Quando ripassò qualche minuto dopo, con distaccata gentilezza e tono professionale, chiese ad alcuni passeggeri e alla ragazza spaventata, se desiderassero recarsi in bagno.

La ragazzina capì al volo e andò in bagno. Lì trovò carta e penna lasciati dalla hostess nella speranza che la giovane le scrivesse il motivo del suo terrore.

Quando la ragazza uscì dalla toilette, Sheila andò immediatamente a verificare e vide che sul biglietto c’era scritto “Aiutami”.

Dopo un attimo di grande emozione mista a terrore, l’hostess recuperò il suo sangue freddo e riportò al pilota quanto accaduto.

Fu così che la polizia di San Francisco venne allertata e agì al momento dell’atterraggio.

L’uomo, prontamente arrestato, aveva rapito la ragazzina due mesi prima. Probabile vittima della tratta degli esseri umani, stava per essere condotta in Messico come migliaia di altre vittime.

Alcune settimane dopo, la ragazza e i suoi genitori vollero incontrare una Sheila commossa e felice per quel pensiero, per ringraziarla.

Da allora è passato del tempo, la ragazzina dopo un’adeguata terapia di supporto per superare il trauma subito, sta bene e sta riacquistando la sua serenità.

Un applauso e tutta la nostra ammirazione per questa hostess attenta, sensibile e coraggiosa. Il mondo ha bisogno di persone simili e per fortuna ogni tanto s’incontrano!