A volte dovremmo fingerci ingenui per vedere dove vuole arrivare la gente falsa

Spesso dovremmo fingerci ingenui.

Come se non percepissimo, come se non conoscessimo le cattive intenzioni degli altri.
Le loro menzogne.

Combattere con chi mente su tutto, su tutti e tutto il tempo, è inutile.

Alcune persone sottovalutano la nostra intelligenza, agendo come se non fossimo in grado di percepire quanto siano cattivi, quanto siano falsi, quanto non siano realmente amici.

Siamo costretti a vivere, a volte, con chi non vorremmo, a vivere situazioni di circostanza.
Ma spetterà sempre a noi non essere risucchiati dalle loro tempeste.

In tutti i ceti sociali, ci sono persone che non amano nessuno. Nemmeno se stessi. Conducono la loro esistenza insoddisfatti di tutto, con gli occhi puntati sulla vita altrui per avvelenarla.

Avvelenano tutto ciò che toccano con le loro infamie, con il male che domina il loro cuore.

Sono infelici e intendono diffondere la loro infelicità, perché non sopportano di vedere qualcuno gioire.

La luce abbaglia i loro occhi.

Sfortunatamente, la vita reale è piena di cattivi, come quelli dei romanzi, dei film, dei libri, e li incontreremo tutti prima o poi.

Dobbiamo mantenerci equilibrati e forti, perché la miseria emotiva di solito infetta ambienti e persone.

Essere grati e felici per tutto ciò che abbiamo, rispettare noi stessi coltivando l’amor proprio, ci mette al sicuro dagli attacchi di questi individui.

Spesso ci capiterà di dover ascoltare i pettegolezzi, di guardare le falsità, di dover fingere di credere alle fandonie di un nostro collega.

Iniziare le battaglie con chi mente tutto il tempo, è inutile, perché è abituato a sostenere la falsità e non rinuncerà a farlo.
Probabilmente saremo noi ad esaurire inutilmente le nostre forze.

Il meglio che possiamo fare, in questi casi, è mantenere l’equilibrio, esercitando calma e pazienza, osservando, come semplici spettatori, lo svolgersi dei fatti.

Prima o poi, senza dubbio, tutto diventerà più chiaro, perché la verità viene a galla. Sempre.

Non si sfugge alle conseguenze di ciò che si fa, di ciò che si è.

E il vile soccomberà sotto il peso di tutto il male che ha piantato nei suoi giardini.

Troppe volte nella vita ci capiterà di smascherare chi finge e dissimula, perché nessuno è immune e possiamo essere presi di mira.

L’esercizio della tolleranza, della calma e della pazienza, è essenziale per sopravvivere in salute a tutte le cose spiacevoli che incontreremo.

È così che possiamo sempre, a fine giornata, tornare a casa e rafforzarci insieme a quelli che ci amano veramente, senza ipocrisia.

Questo è ciò che rende la vita degna di essere vissuta.