Imparate ad utilizzare l’aceto per far brillare tutte le superfici della vostra casa!

Le finestre sono indispensabili per dare luce e aria alle nostre case.

I telai sono generalmente realizzati in vari materiali, come legno, acciaio inossidabile o ferro. In comune, tutte hanno il vetro.

E per mantenere le finestre sempre pulite e brillanti, l’aceto potrebbe essere la soluzione.

I vetri sono trasparenze composte da sabbia, calcare, carbonato di sodio, ossido di alluminio e coloranti. Di solito si macchiano e diventano untuosi.

È possibile rimuovere questi segni usando un ingrediente molto comune: l’aceto.
Questo articolo vi insegnerà come farlo in modo pratico, veloce ed efficiente.

Perché l’aceto pulisce così bene i vetri?

L’aceto è acido. Contiene acido acetico, derivato dall’ossidazione alcolica del vino, generalmente in concentrazioni dal 4 al 6%. Ed è questa sostanza che ha la capacità di rimuovere il grasso, l’odore e le imperfezioni.

Per darvi un’idea, la maggior parte dei prodotti per la pulizia disponibili in commercio, hanno acido acetico nella loro composizione.

E dal momento che i prodotti per la pulizia sono tra i prodotti più costosi nel carrello della spesa, che ne dite di risparmiare e di far brillare i vostri vetri?

Come pulire i vetri con l’aceto

L’aceto lascerà i bicchieri trasparenti e senza aloni. Utilizzatelo per pulire finestre, porte, tavoli, piatti o qualsiasi altro oggetto.

Ci sono diversi modi per farlo. Scegli il tuo preferito!

Aceto nella bottiglia spray

Questo è il modo più semplice per pulire con l’aceto.

Mettete in un flacone spray 80 ml di acqua e 20 ml di aceto. Mantenete questo rapporto se vi occorre una maggiore quantità per pulire.

Agitate la miscela e spruzzate sulla superficie da pulire. Ricordate di rimuovere la polvere prima con una flanella. Quindi basta passare un giornale o un tovagliolo di carta per lasciare il vetro traslucido!

Aceto nel secchio

Se la superficie da pulire è grande, è meglio mettere l’acqua in un secchio e versare l’aceto. Sempre nel rapporto raccomandato nel suggerimento precedente. Per pulire finestre e porte più grandi, usate una spugna pulita.

Rimuovete l’acqua in eccesso. Infine, passare della carta assorbente o un panno asciutto in microfibra per completare la pulizia.

Altri usi di aceto

Oltre a pulire le finestre, l’aceto ha altri ruoli nella pulizia di una casa. È incredibile tutto ciò che l’acido acetico può fare!

Aceto in bagno

Oltre alla doccia, puoi pulire molte altre superfici del bagno con l’aceto.
Le piastrelle o la ceramica per esempio.

Come fare?
Versate mezza tazza di aceto in mezza tazza di acqua calda. Se vi occorre una dose maggiore, mantenete la proporzione.

Versate la soluzione sulla superficie da pulire e lasciate agire per un’ora. Quindi pulire con un panno e rimuovere lo sporco accumulato.

L’ aceto può essere utilizzato in bagno per rimuovere gli odori.

Mettete alcuni cucchiai di aceto nella toilette e lasciate agire per mezz’ora. Quindi azionate lo scarico.

Lo stesso può essere fatto nello scarico della vasca.
Basta mescolare l’aceto con del bicarbonato e versarlo nello scarico di vasca e lavandini.

Se la doccia è di metallo o il bianco ha perso il suo splendore, preparate l’acqua con l’aceto e applicare. Per agire in modo più efficiente, avvolgete il soffione con un sacchetto di plastica, quindi lasciate agire, rimuovere e risciacquate con acqua pulita.

Aceto su pareti e mobili

I graffi possono anche essere ammorbiditi o addirittura completamente rimossi con l’applicazione dell’aceto con una spugna.

Ma attenzione: osservate qual è la composizione della vernice dei mobili in modo da non togliere il colore. Se la vernice è lavabile, è consigliabile l’uso dell’aceto.

Sui mobili in legno, l’acido acetico aiuta a rimuovere i graffi causati da oggetti appuntiti come chiavi o posate.
Mescolate aceto e bicarbonato e passatelo sui graffi.

Sul pavimento, è possibile rimuovere i graffi mescolando mezzo litro di acqua tiepida, due cucchiai di aceto bianco e un cucchiaio di olio d’oliva

Con un panno pulito, strofinare sul pavimento e lasciare agire per 20 minuti. Infine pulite con un panno asciutto.

Aceto per i tessuti

Le macchie su tappeti e divani vi fanno disperare? Questo perché non sono parti facili da lavare e, una volta sporche, hanno un aspetto poco bello e mancano di igiene.

L’aceto può essere il vostro grande alleato.

Mettete l’aceto sulla macchia e versate il bicarbonato. Si formeranno delle bolle. Quindi strofinate un panno asciutto sulla miscela. Per asciugare, utilizzate l’essiccatore o l’aspirapolvere.

La proporzione degli ingredienti è: per ogni tre litri di acqua, una tazza di aceto.

Se avete animali domestici in casa, potete rimuovere gli odori dal divano con questa miscela:

Un litro di acqua, 25 ml di etanolo, un cucchiaio (da zuppa) di bicarbonato di sodio, 50 ml di aceto e un cucchiaio del vostro ammorbidente preferito. Spruzzate la miscela una volta alla settimana.

Consigli utili da condividere con i vostri amici, lo apprezzeranno!