Vuoi essere felice? Ecco le 15 cose che devi evitare per raggiungere la felicità

Una grande blogger giramondo diceva salendo sul suo autobus “Cambia rotta o tutto di ripete”.

La chiave più importante per scrollarsi di dosso situazioni frustranti, pesanti e di stress, è quella di eliminare una serie di abitudini ed abiti mentali che limitano il cambiamento.

Cosa facciamo invece?

Ci aggrappiamo sempre più stretti a quelle che consideriamo certezze e non facciamo altro che continuare a mangiare la stessa minestra!

Ecco allora una sana lista di cose da fare subito e vedrete che quel cambiamento atteso arriverà prima di quanto si pensi.

1- Eliminare la pretesa di avere sempre ragione

Quanti sono coloro che, invece di lasciare andare, si accaniscono sino allo sfinimento? Al lavoro, nei rapporti in famiglia, con gli amici. Per risolvere cosa? Spesso nulla. Così invece di perdere energie, un sorriso e andare oltre.

2- Evitare di tenere tutto sotto controllo :

viviamo una vita multitask come amano chiamarla coloro che non usano il vero nome, cioè una routine da psicopatici! Bene, sfoltire le cose da fare e quelle sulle quali ci si sente sempre responsabili. Ne gioverà la pelle e la mente!

3- Smetterla di cercare sempre un colpevole

Come se si vivesse costantemente sotto attacco da parte di un fantomatico nemico che trama contro tutto e tutti. Non è così, c’è molto caos in giro, ma non essendo possibile porvi un rimedio, non vale la pena vivere combattendo sempre contro i mulini a vento.

4- Abbandonare le fisime mentali

Pensiamo, pensiamo… il cervello continuamente preso da pensieri e contro-pensieri, dimentica cosa sia la serenità.

5- Mettere in discussione le proprie verità assolute

Che non significa rinunciare alle proprie idee e ai propri valori, ma nemmeno fossilizzarsi dentro il proprio fortino senza analizzare spunti di cambiamento.

6- Smettere di lamentarsi

Basterebbe osservare la metà dei post e dei commenti su facebook per capire che lo sport nazionale è la lamentela. Non serve a nulla e fa solo aumentare la negatività.

7- Evitare di giudicare tutto e tutti

Altro sport nazional-popolare, con tanto di rotocalchi a fungere da palestra e sparring partner. Cosa ne viene in tasca? Aumenta forse il proprio benessere? Se la risposta è no, dedicate le energie a qualcosa di costruttivo.

8- Evitare di voler impressionare il mondo

Dall’aspetto fisico, ai vestiti, dall’automobile al nuovo taglio dei capelli. Questa gara ossessiva verso il top, il successo, i riflettori, diventata l’essenza della nostra epoca, si rivela spesso una bolla di sapone.

9- Cambiare le etichette che abbiamo sempre utilizzato

Se sino ad ora si è vissuto secondo schemi ed etichette imposte, da altri e non da voi stessi, cominciate a riscrivere le priorità e gli obiettivi.

10- Non temere i cambiamenti

Forse la chiave di volta più difficile, contro cui si scagliano abitudini, giudizi, etichette. Aprire la finestra e respirare novità, cambiamento, riempirsi cuore e polmoni di freschezza, novità, è il migliore antidoto alle abitudini, vecchie e desuete.

11- Combattere la paura

Una volta aperta la finestra del cambiamento arriverà, puntuale, la vocina della paura ad ammonire che è tutto inutile, che è meglio lasciare perdere. Provate a fare un sorriso e a non ascoltarla più.

12- Basta trovare delle scuse

Quando quella vocina diventerà una voce grossa, e la sicurezza iniziale lascerà per qualche istante il posto al dubbio, ecco pronta una scusa, come a giustificare il tentativo fallito. Non è il momento di farlo, non fatevi ingannare.

13- Non voltarsi sempre indietro.

Cambiare con lo sguardo sempre rivolto al passato è una contraddizione molto diffusa. Cambiare non significa abbandonare se stessi, non significa annullare il passato, significa semplicemente prenderne il meglio e dargli nuova linfa.

14- Abbandonare le cose inutili

Quando si sarà intenti a preparare la valigia per il prossimo cambiamento e si metteranno dentro le esperienze formative, belle, importanti, bisognerà abbandonare le cose inutili, gli orpelli che ci hanno trattenuti e sviati.

15- Dimenticare le aspettative altrui

Punto delicato, da non prendere sottogamba. Non si intendono quelle di un figlio, o alcune responsabilità irrinunciabili.

Ma tutte quelle di chi, con la scusa delle grandi aspettative, non fa altro che caricare di traguardi inutili la vita altrui. Diventare un poco più egoisti nei confronti degli acclamatori di turno, è un bel suggerimento per capire, oltretutto, le vere priorità.

Ottimo taccuino da portare con sé in questo viaggio che chiamiamo vita!

Scriveteci le vostre opinioni e condividete queste importanti riflessioni con i vostri amici, lo apprezzeranno!