Insonnia, disordine e turpiloquio sono segni di grande intelligenza

Laurel Thatcher Ulrich nel 1976 disse: “Le donne ben educate raramente fanno storia”.
Lo stesso vale per gli uomini.

Conoscerete bene quelle lezioni che genitori e nonni trascorrono anni per inculcare:
mantenere la propria stanza in ordine, non dire parolacce, non restare alzati fino a tardi…

Ebbene, dimenticate tutto.

Alcuni studi hanno dimostrato che andare a letto tardi, imprecare ed essere disordinati, è indice di un’intelligenza fuori dal comune.

Continuate a leggere per scoprire se fate parte di questa schiera di eletti!

Bisogna andare a letto presto!

Si, ce lo avranno detto milioni di volte. Ma ora c’è la prova scientifica che coloro che restano alzati fino a tardi, possono avere livelli generali più elevati di intelligenza.

Secondo Psychology Today, gli umani hanno una capacità unica di “scavalcare il loro orologio biologico interno, il proprio ritmo circadiano”, che ne siano consapevoli o meno.

Questo cosa significa?

Tutte le specie di animali in natura, un organismo unicellulare o un mammifero, hanno quello che viene chiamato ritmo circadiano.

In sintesi, è come se all’interno del nostro corpo ci fosse un orologio che adatta la fisiologia corporea alle fasi della giornata.
Regola quindi il sonno, la nutrizione, la pressione sanguigna, il rilascio degli ormoni, la temperatura.

Anche gli umani hanno il proprio ritmo circadiano, ma hanno anche la possibilità di scegliere quando andare a letto e quando alzarsi, possono decidere se essere nottambuli o mattinieri.

Sempre secondo Psychology Today, “i bambini più intelligenti crescono già predisposti per essere più notturni da adulti rispetto ai bambini di normale intelligenza.”

Le persone più intelligenti vanno a letto più tardi durante la settimana anche se devono alzarsi presto il giorno successivo. Lo stesso accade nei fine settimana, quando invece potrebbero concedersi qualche ora in più di sonno.
Si svegliano più tardi solo in particolari giorni di festa e durante le ferie.

Questa sorta di schema vi riguarda? Riguarda i vostri ritmi del sonno? In caso affermativo, complimenti per la vostra intelligenza!

Riguardo il turpiloquio…

Lo studio ha dimostrato che far uso di parolacce, non indica povertà di linguaggio. Al contrario!

L’ Huffington post riporta un esperimento condotto su persone di età variabile tra i 18/22 anni.

Ai partecipanti è stato chiesto di trovare il maggior numero possibile di parole tabù che iniziassero con una determinata lettera ed entro un certo limite di tempo.

Successivamente è stato chiesto loro di fare la stessa cosa, ma cercando tra i nomi degli animali.
È emerso che chi aveva trovato un maggior numero di parolacce, aveva poi trovato un maggior numero di nomi di animali.

Questo ad indicare un vocabolario più ampio e una migliore comprensione del linguaggio.

Ma attenzione, questo non significa che chi conosce molte parolacce è automaticamente una persona molto intelligente, ma secondo gli autori dello studio : “… un voluminoso vocabolario tabù può essere considerato un indicatore delle sane abilità verbali piuttosto che una copertura per le loro carenze”.

Il turpiloquio allevia il dolore?

Oltre ad aver quindi stabilito che la conoscenza di molte parolacce è indice di un vocabolario più vasto, è emerso che il turpiloquio è utile per meglio alleviare il dolore e lo stress, sia esso emotivo o fisico.

Il “disordine intelligente”

Da oggi potete iniziare a lasciare la vostra stanza in disordine senza sentirvi in colpa! E questo grazie allo studio curato da Kathleen Vohs, scienziata psicologa dell’Università del Minnesota.

La scienziata afferma che coloro che si lasciano prendere dal disordine, hanno pensieri più creativi.

Chi possiede una particolare creatività, vive sempre un può fuori dalle righe.

Una mente che formula pensieri creativi, certamente non vive in maniera convenzionale.
Non stupisce quindi che i possessori di tali menti mettano i calzini in frigorifero piuttosto che il pane nell’armadio e vivano così beati nel loro disordine.

Fu una delle persone più intelligenti su questa Terra, Albert Einstein a dire: “Se una scrivania ingombra è segno di una mente ingombra, allora cosa dobbiamo pensare di una scrivania vuota? ”

Quindi …. tenete pure le vostre scarpe in salotto, le calze nel cassetto della scrivania, i boxer che penzolano dal lampadario! Godetevi la vita e la vostra genialità !