Le chiedono spesso perché non ha ancora avuto bambini – La sua brillante risposta mette tutti a tacere e diventa virale

Tutti le chiedono, senza mostrare un briciolo di tatto e di sensibilità, perché non ha ancora avuto figli, ma la sua brillante risposta, ne mette finalmente a tacere molti.

Emily Bingham, poco più che trentenne, è una giornalista freelance inglese, autrice di alcune inchieste molto apprezzate dal pubblico e sempre in diretta sul suo profilo Facebook.

Sia per le scelte lavorative, che per decisioni personali, Emily rappresenta un prototipo della società odierna, tendente a rimandare i passaggi considerati naturali verso il formarsi una famiglia e il concepimento di figli.

Tendenze sempre più marcate in diversi Paesi europei, Italia compresa, che secondo rapporti Istat e Censis vede una sempre maggiore tendenza a non fare più figli e rimandare nel tempo la scelta di formare una famiglia.

Emily Bingham

Anche la decisione di rimanere single è diventata una tendenza in forte crescita e, contrariamente a quanto si possa credere, è una scelta compiuta con piena consapevolezza e, pare, molto gratificante.

In un’inchiesta sul mondo e sul fenomeno sociale dei single per scelta, pubblicata di recente, é emerso che le persone single sono invece più aperte alle esperienze di quelle che hanno scelto la vita di coppia, hanno un maggiore senso di autodeterminazione e sono più propense ad una maggiore crescita e sviluppo psicologico.

Torniamo alla nostra giornalista freelance e al suo post su Facebook che ha calamitato un numero veramente alto di consensi e di condivisioni. Oltre 85 mila persone hanno voluto condividere il suo pensiero.

La giornalista ha deciso di pubblicare il suo pensiero dopo un weekend trascorso con la famiglia del suo nuovo compagno, durante il quale la madre ha tentato di investigare più volte sull’idea di futuro della giovane donna.

“Ciao a tutti – ha esordito Emily – ho pubblicato appositamente questa foto sull’organo riproduttivo femminile per specificare che le decisioni riguardo le intenzioni riproduttive, non devono riguardare nessun altro se non le persone direttamente interessate.

Ricordatevi poi – prosegue la giornalista – che non solo sono scelte prettamente individuali, ma spesso determinate da molteplici fattori .

Possono essere questi legati alle condizioni economiche, alla salute, al sentirsi realmente pronti.

Prima, quindi, di fare domande inopportune ad una coppia su quando pensa di avere un figlio, o se ha già pensato di regalare il fratellino o la sorellina al bambino presente, fate qualche riflessione approfondita.

Non potete sapere, né avete il diritto di indagare se ci sono problemi di fertilità, o se la coppia ha dovuto, purtroppo, sperimentare un aborto spontaneo, o se semplicemente non ne sente il bisogno.”

Queste riflessioni a caldo hanno raccolto un gran numero di pareri positivi e di condivisioni.

Parole senza una sbavatura, di fronte invece alle sbavature continue di molte persone superficiali e curiose.
Lo pensate anche voi?