Le persone che non amano fare sport sono più intelligenti – È il risultato di una ricerca scientifica

Un risultato inedito, sorprendente: le persone che non amano fare sport, sono più intelligenti.

Sicuramente un’affermazione che farà nascere qualche disputa, perché tanti sono ormai gli studi che incoraggiano l’attività fisica come aiuto alla mente, al cervello e all’attività lavorativa in generale.

Questa indagine, condotta negli Stati Uniti, una delle patrie del fitness e dell’attività fisica, pubblicata sul Journal of Health Psychology, ha monitorato un campione di oltre 60 studenti.

Gli studenti esaminati avevano un tracciante di attività fisica, che monitorava il tempo trascorso a fare sport ed esercizio in generale sottratto allo studio e all’approfondimento dei temi scolastici.

I dati venivano poi incrociati con i risultati non solo dei normali test a scuola, ma anche relativi alla cultura generale.

Il responso non ha lasciato adito a dubbi, mostrando un risultato positivo in maniera inequivocabile tra coloro che avevano quasi la metà del tempo impiegato nell’attività fisica.

Come dicevamo all’inizio una notizia in decisa controtendenza rispetto a molte altre analisi effettuate sempre negli Stati Uniti.

Il Medical University of South Carolina Children’s Hospital ha riscontrato che ad un incremento dell’attività fisica durante le ore scolastiche seguiva un evidente miglioramento dei voti in tutte le materie.

Oppure i risultati dello studio dell’Università dell’Illinois che grazie alla risonanza magnetica, ha analizzato bambini di 9-10 anni nella zona cerebrale dell’ippocampo, fondamentale nei processi di memorizzazione.

Essa era più estesa in quelli sportivi rispetto ai sedentari, invitando tutti ad un maggiore esercizio fisico.

Cosa ci dite al riguardo?

Quale tesi considerate più corretta? Scriveteci le vostre opinioni e condividete per conoscere quelle dei vostri amici!